lunedì 25 febbraio 2013

Stiletto Westin Tour - Torino 17 Febbraio 2013

Torino.
17 Febbraio 2013.
Scarpe, scarpe, scarpe!

(immagine presa da google)





Descrizione (ufficiale) dell'evento:
"Ti piacciono i tacchi ma non sei sicura di saperci camminare bene?
Vorresti imparare per essere più sicura sui trampoli?

Lo Stiletto Westin Tour è il workshop che ti insegna a farlo, con la giusta ironia.
Dato che non è possibile passare dalle ballerine al tacco 12 in un giorno, riguarderemo teoria e pratica perché tu possa allenarti da sola a casa in seguito. Sul tacco 12 si sale un passo alla volta.

Puoi partecipare anche se sei una portatrice sana di ballerine, ma durante la parte teorica capirai che anche quelle fanno male.

Un evento ospitato nei prestigioso NH Tech Lingotto a Torino.
Un tappeto rosso per un momento 100% femminile e spensierato, all'insegna della femminilità.
L'obiettivo è quello di passare un pomeriggio divertente, imparando molti trucchi e astuzie per camminare sui tacchi senza soffrire e facendosi fare i capelli, trucco e unghie.

Parleremo di postura e podologia, di come resistere tutta la giornata sui tacchi senza rovinarsi la salute (e i nervi!) e finiremo con una sfilata finale con tantissimi premi offerti dagli sponsor del tour.
L'evento dura un pomeriggio intero, alternando i corsi con le coccole degli sponsor: hair stylist, trucco e nail bar, più altri salottini molto femminili come lo stand dei toys e quello dei tacchi Stiletti & Co.
Molto importante la misurazione del rank del tacco: per spareggiare eventuali pari merito alla sfilata finale, dei Gentleman misuratori di tacco vi faranno accomodare su una poltroncina per chiedervi il numero di scarpa e misurare altezza del tacco meno il plateau, più il suo diametro in modo da fare il calcolo del RANK da 0 a 12. Il rank più alto è ottenuto dai tacchi più alti e fini.
In premio alla sfilata finale: dei set di prodotti di bellezza Essie, L'Oréal Professionnel, un buono d'acquisto per un paio di sandali Stiletti & Co., e un codice esclusivo Premium per l'App Evernote.
Per finire potrete prendere l'aperitivo offerto dal libro Tacco 12 e da Prosecco DOC Zonin Cuvée 1821: acquistando il libro durante l'evento avrete un free drink per brindare tutte insieme.

Programma: 
Teoria dei tacchi.
Pratica di camminata.
Coccole nei corner degli sponsor.
Grand Final con sfilata esclusiva e giuria VIP.
Aperitivo.
Uomini non ammessi.
Non vogliamo che conoscano i nostri segreti sugli stiletti, siamo matte?



(La copertina del libro di Veronica)
(immagine presa da google)


Andiamo con ordine. 
Vi racconterò esattamente com'è andato l'evento, cosa mi è piaciuto e cosa no.
Io e mia sorella, partendo di casa rigorosamente con le scarpe basse e cambiandocele in macchina, siamo arrivate all' NH hotel puntuali, alle 14, ora di inizio.


(L' NH hotel Lingotto)


Ci sono tantissime altre ragazze, molte di loro già taccate, altre no; Scarpe basse indosso e le alte nella borsa.


La cosa mi fa felice! :D 
Non sono l'unica che non riesce a indossare più di due ore coi tacchi addosso...e, del resto, è per questo che siamo qui. 

Le mie scarpe con il tacco (Brand: Julia - prese da Pittarello Rosso)


(Flash e non)



Restiamo un'ora in attesa. 
Nel frattempo, io noto lo stand Essie con due manicuriste e mia sorella punta i parrucchieri che vanno e vengono da una stanzetta che porta loghi L'oreal everywhere.

Ah, e su di un tavolo ci sono delle bellissime scarpe Stiletti & Co. dai mille colori. 
Le voglio. Tutte! :D




Finalmente si inizia.
Veniamo condotte nella sala conferenze dove arriva Veronica (Benini, aka Spora) che ci illustra brevemente i contenuti del suo libro e ci parla di come si svolgerà la giornata: due ore, fino alle 17, saranno dedicate alle coccole degli sponsor e poi si inizia con la parte teorico/pratica dei tacchi. 
Non so bene il perchè, ma quando organizzano le cose a Torino (parlo in generale eh!) evidentemente pensano che il pubblico di questa città sia di serie B (*), perchè:
- lo stand del makeup non c'è
- lo sponsor dell'epilazione a luce pulsata, che nelle altre date era presente come premio alla sfilata, non c'è.
- Sara, la disegnatrice del libro, non c'è.
- I valletti, misuratori dei tacchi, non ci sono.

- La giuria per la sfilata non c'è.
- Il tappeto rosso per sfilare non c'è.

Vabeh, siamo ragazze di Torino, siamo alla mano, ci divertiamo ugualmente, noi.

Coccole dagli sponsor?
Pronti, partenza...Via!

Qui, purtroppo, iniziano le mie delusioni. 

Camminando (sempre con i miei tacchi addosso) mi dirigo allo stand Essie, dove ci sono già tantissime ragazze che (complici anche le scarpe basse indossate) sono letteralmente corse a mettersi in coda.
Capisco che su 150 partecipanti non si possono accontentare tutti, ma sono fiduciosa: al momento della prenotazione ho scelto di farmi fare le unghie. Se fanno scegliere una preferenza, conterà qualcosa, no?
NO.
Avevo 7 ragazze davanti a me quando sento la hostess dire: "Bene, prenotazioni chiuse.".
Come chiuse?? Cioè, fino alle 17 era già tutto pieno. 
Eh vabeh, si fa la lista di riserva nel caso qualcuna vada via e/o finiscano prima le ragazze prenotate e aspetto.
Aspetto. Aspetto. Mi rimetto le ballerine. Aspetto. 
Si fanno le 16,45 e le ragazze prenotate hanno finito. Tocca a me! 
NO.
Sento la hostess chiamare due signore dell'età di mia mamma (che non si erano prenotate nè per le unghie nè per la lista di riserva) e farle accomodare per le unghie.
SCUSATEMI MA NO. C'è una lista di riserva, sono due ore che aspetto, toccherebbe a me.
Queste cose mi innervosiscono molto, a me piace giocare pulito: era tutto pieno, mi sono prenotata in riserva, ora è il turno delle riserve e quindi perchè queste due signore mi sono passate davanti?
Chiedo alla hostess, che sa solo dirmi: "Ehm..cioè..insomma..sono signore adulte..me l'hanno chiesto prima..le prenotazioni sono finite.." - Le spiego che proprio per questo motivo era stata fatta una lista di riserva ma sembra non capire. Le signore mi passano davanti, io resto a mani (e unghie) vuote e si sono fatte le 17, inizia la parte teorica e bisogna andare. 
Sono delusa. 
Mia sorella invece si è fatta fare la piastra al vapore, una cosa nuovissima e fighissima della L'Oreal; A saperlo, mi sarei messa anche io in coda per i capelli; Oltre alla piastra facevano anche delle acconciature raccolte pazzesche! 

La parte teorica inizia alle 17,40: 40 minuti di attesa che mi facevano pensare solo a: "a saperlo che c'erano ancora 40 minuti di attesa, mi impuntavo e mi facevo fare le unghie". :P

Arriva Veronica e inizia a spiegare. 
La parte teorica è utilissima, divertente e con delle simpaticissime slide, disegnate dall'illustratrice del libro, che spiegano varie cose, tra cui:

- Controllare il piombo del tacco, al momento dell'acquisto. In pratica, osservando il tacco da dietro, dev'essere ben dritto e allineato con la suola della scarpa. Nel caso non lo fosse, chiedere alla commessa di cambiarla (inventatevi qualcosa, non so, che avete notato una cucitura fuori posto..). Ricordate che può capitare anche con i brand lussuosi/costosi.

- Comprare le scarpe di un numero in più. Vale per le scarpe chiuse! (Grazie Spora per la correzione su twitter al post! :) )  Serve per far sì che le dita dei piedi si possano muovere.

- Risuolare le scarpe nuove. Questa è una cosa che io ho sempre fatto, su consiglio di mia mamma! :)
I calzolai sanno cosa fare, fidatevi! :)

- Un passo per volta. Andate per gradi: per le principianti sono meglio le zeppe, per le medio-brave sono perfette scarpe (o sandali) con lacci, per tenere fermo il piede.

- Non strafare. Non prendetevi un tacco 15 se non riuscite a camminarci!

- Preferire il plateau, sempre! Se poi non vi piace, sceglietelo nascosto.

- Fatevi fare dei plantari, da un bravo podologo, da usare con le scarpe chiuse. Costano, ma vi aiuteranno tantissimo.

- Alternate le scarpe di tutti i giorni. Quando usate scarpe basse (da ginnastica o tipo birkentock) muovete bene tutto il piede, dalle dita al retro caviglia (che poi si chiama "Tendine d'Achille"!).

- Fate streching e yoga per sciogliervi

- Usate calze contenitive (quelle mediche, acquistabili solo con ricetta) per evitare le gambe gonfie. Non esagerate mai nel metterle, a volte basta mezz'ora, ma a quanto pare sono un toccasana per le gambe stanche. (Si chiamano "Calze anti-trombo" e credo proprio che sì, con quelle non si trombi proprio! Ahahahahahahahahahah)

- Curatevi i piedi: togliete i calli, mettete lo smalto, etc. etc.

~ ~ ~ 

Si procede velocemente, perchè l'evento avrebbe come ora di chiusura le 19 e sono già le 18,20 circa..

Arriva la parte che più aspettavo: tutte in fila, si fa un breve tratto di camminata coi tacchi e Veronica dà i suoi consigli su dove, cosa e perchè migliorare. 
Vai, finalmente qualcuno mi dirà come non sembrare un T-Rex!
No.
Camminano le prime 5 ragazze quando, non ho ben capito perchè, credo per le tempistiche,  "dobbiamo andare per la sfilata".
Ma come? :(
Come me, sono molte le ragazze deluse; Sarebbe stata una bella occasione per capire i propri errori di camminata, per correggere quelle cose di cui si è parlato poco prima nella spiegazione teorica. 

La sfilata, essendo Zonin sponsor dell'evento, consiste nello scendere una scalinata con un cocktail in mano.


Sono le 18,45 e io e mia sorella ce ne andiamo. 
Tanto non avremmo sfilato, perchè non saremmo state in grado di A) fare le scale coi tacchi e B) farle con pure un bicchiere in mano. :P

Quindi non so dirvi, purtroppo, come sia finita la serata!

In conclusione: l'evento mi ha divertita e incuriosita molto, mi ha fatto venir voglia di indossare più spesso i tacchi (e se lo dico io, fidatevi, è un fatto più unico che raro XD) anche se purtroppo credo si siano organizzati male i tempi; Avrei preferito dedicare più tempo alla teoria e ai consigli di camminata che non magari agli sponsor, oppure non so, dividere i partecipanti in più gruppi e, mentre alcune camminavano, altre andavano a unghie e parrucco. 
Ma capisco che non sia facile organizzare un evento del genere, soprattutto se gratuito. 

Ringrazio quindi Veronica e tutte le ragazze presenti, alcune delle quali davvero simpatiche! :D

Glitter

Per saperne di più...

Se avete letto questo post e avete partecipato all'evento scattando delle foto, mi piacerebbe molto vederle e, se possibile, condividerle qui sul blog. 
Non ho scattato molte foto perchè avrei incluso molti volti e non sapendo se alle regazze interessate andava o meno di apparire in un blog, ho evitato direttamente.
Perciò, nel caso aveste foto, vi sarei grata se lasciaste il link dove è possibile vederle e/o leggere cos'avete scritto sul tour Stiletto. Grazie! :)

(*): Per chiarire questa mia affermazione. Non voglio assolutamente dire che l'organizzazione dell'evento abbia sfavorito di proposito la tappa torinese; La mia è una considerazione sul fatto che, spesso e purtroppo, le tappe torinesi di vari eventi hanno spesso lacune e carenze. 
Un esempio su tutti, che mi ha lasciato molto amaro in bocca, è stata la mostra "The human body exhibition", che a Torino è arrivata molto scarna rispetto a Milano e Roma. 
So che sono due cose ben diverse, ma la mia "annotazione" voleva solo puntare l'attenzione sul fatto che, per un motivo o per l'altro, all'evento Stiletto di Torino molte cose mancavano.

20 commenti:

  1. Che bello! Avrei voluto partecipare anch'io! :)
    Mi unisco ai tuoi followers, ti andrebbe di ricambiare unendoti al mio blog? Mi farebbe molto piacere :)
    http://elefantest89.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Hai fatto un post davvero piacevole e ben scritto!
    Io comunque di questi problemi non ne ho, abito in un paesino -.-'

    RispondiElimina
  3. @Elefante: adesso che lo sai, la prossima volta che organizzano in una città vicino a te, potrai poi andare! :)
    passo a trovarti con piacere :)

    @Giulina: grazie! Ne sono contenta!
    Eeeeeeh, per il vivere distante sì, è un problema..ma magari la prossima volta riuscirai ad organizzare! :)

    Baciiiii

    RispondiElimina
  4. scrivi molto bene!! ho letto fino alla fine con curiosità! brava, un post molto interessante :)

    RispondiElimina
  5. @Aurissee: Grazie, mi fa piacere!! :)
    baciiii

    RispondiElimina
  6. Pure a Genova le rarissime volte che organizzano qualcosa è sempre molto mengo figa della stessa cosa organizzata a Milano o Roma..eh va beh siamo cittadibe di serie B :( eLI

    RispondiElimina
  7. @Elisa: anche io a Torino ho proprio questa impressione, sembra che se a Milano dev'essere tutto figo e a Roma tutto gigantesco...a Torino arriva giusto il fanalino di coda! Una cosa che non capisco (e che mi dà molto fastidio) è che poi però il costo dei biglietti ce lo fanno pagare della stessa tariffa di Mi o Roma! grrr

    RispondiElimina
  8. l'evento di per sè sembrava carinissimo, peccato che non sia andata nel migliore dei modi. da me di eventi nel genere non se ne organizzano proprio, è una città troppo piccola e l'unica vicina (300km) è proprio roma :(

    RispondiElimina
  9. Che bello... Io me lo sono persa quest'estate, che rabbia!!
    Se "la Spora" ricapita da queste parti mi ci fiondo!

    Simona,
    Following Your Passion
    FYP @Twitter
    FYP Facebook Page
    FYP on Bloglovin'

    RispondiElimina
  10. @Sara: l'evento è stato a tutti gli effetti carinissimo, il vero problema riguardava l'organizzazione dei tempi :(
    Ah beh, dai, anche se non proprio "vicina" però hai Roma, mica poco eh? :)

    @Following: Io anche ho intenzione di ritornare ai prossimi eventi! :D :D

    baciiiii

    RispondiElimina
  11. L'unico tuo errore è stato scusarti. Hai espresso un'opinione senza insultare, la signora in questione non tollera alcuna critica e ti è mangiata con la scusa della foto... stronzate, perdonami per il francesismo ma se tu avessi parlato bene dell'evento non si sarebbe lamentata del fatto che hai usato una sua foto, manco fosse il papa...se le tenesse per lei se non vuole che girino; tu comunque stai esagerando con scuse e lecchinaggi, quella non è nessuno, non farti mettere i piedi in testa solo perché abbaia e minaccia, questo servilismo verso l'entità "figa che se la tira" è ridicolo.

    RispondiElimina
  12. @Vale: Guarda, io mi sono scusata perchè, sulla questione delle foto, avevo in effetti messo un mio banner su una foto pubblica e, nel web, equivale ad appropriarsene. La foto non è stata scattata da me e/o acquistata in seguito, quindi ho preferito toglierla direttamente, onde evitare confusioni di attribuzione.
    Tra l'altro, in una foto sono un puntino tra la folla, quindi ai fini del post, è persino irrilevante.

    Per quanto riguarda le "scuse", sono riferite alla questione delle foto: mi ritengo una persona gentile, ho sbagliato quindi chiedo scusa. :) Forse sbaglio, forse no.

    Lecchinaggio: credimi, non lecchino nessuno e nè vedo perchè dovrei lecchinare Spora.
    Ho detto che l'evento mi è piaciuto e che tornerei, ed è vero, così come ho anche detto cosa non mi è piaciuto, del resto, è il mio blog e il mio spazio e, come hai giustamente notato, in modo critico e costruttivo.
    Ciò mi basta e leggere tra i commenti che anche ragazze di altre città si sentono di "serie B", mi fa capire che è un sentimento diffuso, non solo di Torino :)

    Ti ringrazio per il commento, spero di essermi chiarita e, nel caso volessi proseguire il discorso, ti risponderò volentieri :)
    Baciiii

    RispondiElimina
  13. ma che evento carinissimo, da me non le organizzano mai queste cose! :( io amo i tacchi, però quelli vertiginosi sono veramente veramente scomodi..:/ per quanto riguarda l'organizzazione dell'evento trovano ingiusto che non ti abbiano fatto la manicure per cui ti eri messa in lista correttamente!!

    RispondiElimina
  14. @Sara: anche a me i tacchi piacciono molto, solo che devo ancora fare moolta pratica! XD per quello ho preso il paio che vedi in foto, ha il tacco bello largo così appoggio bene! :D
    Lo trovo ingiusto anch'io, soprattutto perchè i favoritismi non mi piacciono! :(
    Baciiii

    RispondiElimina
  15. Ciao Glitterina, mi ha fatto molto piacere leggere il tuo post e scoprire che anche tu sei rimasta delusa. Anch'io ero lì per il workshop -e non per la prospettiva di cure "aggratis" dagli sponsor, anche perché visto come erano stati "pompati" mi puzzavano di fregatura- e la lunga attesa ha fatto desistere me e le mie amiche. Leggendo il tuo post mi è passato l'amaro in bocca per aver scelto di andare via prima che la tanto agognata lezione incominciasse. Non mi sono persa nulla. In ogni caso penso sia un peccato: la Spora non si è inventata nulla, l'idea -vincente- è in fondo quella del Salon de Talons di Parigi e andrebbe solo gestita "meglio", forse proprio lasciando meno spazio agli sponsor. Penso che le critiche come le tue non possano che essere costruttive per lei! E per quanto riguarda Torino, io non la vedo così grigia: o meglio, qualche anno fa le cose erano peggio e di molto, negli ultimi dieci anni qualcosa si è mosso...ora, anche con critiche, discussione, etc bisogna fare in modo che la "fiammella" che è stata accesa non si esaurisca! Scusa il lungo commento...ho appena scoperto il tuo blog, ora mi dedico a farci un giro :)

    RispondiElimina
  16. @Mademoiselle: ho letto anche il tuo post, di cui tra l'altro non sapevo l'esistenza (e a saperlo prima, ci saremmo pure potute conoscere quella famosa domenica!:) ) e, che dire, sono contenta anch'io di sapere che non sono l'unica "bastian contrario" e che qualcun'altra, oltre me, ha preso "la tastiera in mano" e l'ha scritto. Sì, perchè, come ho ribadito anche sul blog della Spora, parlare solo in positivo non sarebbe stato corretto..e da quel che ho letto nei commenti al suo post, anche altre ragazze la pensano come noi.
    Per Torino, ringrazierò sempre le olimpiadi, che han fatto sì che il mondo si ricordasse di noi e che anche i "torinesi bugia nen" si siano dati una mossa! :)

    Macchè scusa, mi piacciono i commenti lunghi...implicano risposte lunghe! :D
    Baciiiii

    RispondiElimina
  17. Cara Glitterina, io sono d'accordo con Vale.. Ho visto le tue critiche e sei stata molto educata e costruttiva, e la Spora invece ha tirato fuori i denti e ti ha trattato da deficiente, come se le avessi ucciso il gatto!
    Io la seguo da qualche mese e, sebbene la trovi simpatica e in gamba, in queste situazioni mi diventa insopportabile.. Succede sempre così, l'ho visto con i miei occhi più volte: qualcuno le fa un'osservazione garbatissima, e comunque sempre nel contesto di complimenti in generale per quello che fa, e questa salta su come una bestia e comincia a deridere la poverina in questione su twitter.
    Vabbè, io spero solo per lei che impari a gestire queste situazioni, perché la gente prima o poi si stufa di essere presa a pesci in faccia!
    Tu non avevi comunque niente di cui scusarti.

    Ceci

    RispondiElimina
  18. Ciao Ceci, riguardo le scuse, ho già scritto a cosa si riferivano e l'educazione, specie in certi contesti, credo non vada mai tralasciata. :)
    Credo anch'io che, soprattutto se sei un "personaggio pubblico", la tua fortuna derivi dalla gente, da come ti approcci ad essa e da come la tratti: atteggiamenti del genere possono essere tollerati/assecondati nel breve periodo, ma il web non perdona e scivoloni e gaffe restano lì, quindi bisogna pensare da subito a come reagire.
    Vedremo in futuro come si evolveranno gli approcci alle critiche! :)
    Grazie per il tuo commento,
    buona serata
    baciiiii :)

    RispondiElimina
  19. C'ero anche io all'evento!! Incredibile come si siano ritrovate lì tutte le blog torinesi senza conoscersi, a questo punto la Spora dovrebbe concederci il bis ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah visti i precedenti, ma magari anche no! :P
      Sarebbe solo una buona occasione per conoscerci tutte :)

      Elimina

Sentiti pure libera di esprimere il tuo parere, positivo o negativo che sia, ma ricordati che i commenti con spam o volgarità saranno eliminati! ♥ Leggo tutti i commenti ma spesso per rispondere mi ci vogliono un paio di giorni; torna a trovarmi! ♥

Translate this blog

Newsletter

x

WELCOME TO THIS IS SO GLITTER!


Click the random purple icon on top right to randomly browse through my articles

and translate this blog with the google translator widget at the bottom of the page!

Enjoy your visit and be sure to subscribe to never miss a post!

Enter your email address: